Difetti di un sito web aziendale

5 Difetti che il tuo sito aziendale non dovrebbe avere

Spesso il sito web aziendale è il primo contatto tra i tuoi potenziali clienti e la tua azienda. In questo post scopriamo come non farli scappare a gambe levate evitando alcuni errori molto comuni.

Uno dei punti chiave del web marketing moderno è l’esperienza dell’utente. E’ necessario comprendere profondamente gli utenti, di cosa hanno bisogno, a cosa attribuiscono valore. E’ necessario che il sito web aziendale sia fatto per loro (i potenziali clienti) e non per l’imprenditore (che lo commissiona) perché solo rispondendo alle esigenze degli utenti riusciremo a trasformarli in clienti.

 

Il tuo sito web non è responsive

Cosa vuol dire “responsive”? Significa che un sito web riconosce automaticamente il dispositivo sul quale viene visualizzato (PC, Tablet, Smartphone) e si adatta di conseguenza alle dimensioni dello schermo.

sito web non responsive

Questa caratteristica è diventata fondamentale al crescere della diffusione degli smartphones. I telefoni di nuova generazione consentono l’accesso ad internet e la ricerca di contenuti tramite applicazioni o browser. Per una fetta consistente della popolazione rappresentano l’unica modalità accesso a internet (per chi ad esempio non dispone di un PC o di un portatile a casa).

Oggi le persone vivono sempre connesse e continuano a ricercare contenuti in ogni luogo e momento della giornata (pensate ad esempio a quanto spesso aprite i vostri social network preferiti).

Perché dovrei avere un sito web responsive? E’ molto semplice. Per non farsi tagliare fuori da questa tipologia di utenti (le statistiche confermano che continuano a crescere a discapito degli utenti tradizionali, collegati solo tramite PC).

Se, per esempio, avete un ristorante dovete sapere che oltre la metà delle ricerche per questa categoria viene svolta in mobilità (tramite smarphones o tablet). Se un utente cerca un posto dove mangiare un boccone e capita sul vostro sito web obsoleto, troverà difficile la navigazione e ben presto abbandonerà il sito a favore di una soluzione semplice e pratica alla sua esigenza.

 

Il tuo sito è lento

E’ piuttosto intuitivo. Le persone cercano soluzioni rapide ai loro problemi. Vogliono informarsi sulla tua azienda e capire se è in grado di risolvere il loro problema.

Se un utente, dopo una ricerca, sceglie di cliccare sul tuo sito aziendale è probabilmente interessato ai servizi che l’attività ha da offrire. Ma se dopo 5 o 10 secondi il tuo sito è ancora in fase di caricamento, si sentirà frustrato abbandonando definitivamente il sito web. E cercherà altrove.

Come risolvere il problema? Selezionando solo le informazioni davvero necessarie al tuo potenziale cliente e rendendole facilmente accessibili nell’arco di pochi click. Credi davvero che serva una galleria con oltre 100 immagini per farsi un’idea di cosa fai? Serve davvero un testo lungo un chilometro che parla della storia della tua azienda, avviata dal tuo bisnonno?

Scegli di migliorare l’esperienza degli utenti creando contenuti semplici, accessibili ed utili.

 

Il tuo sito non spiega chiaramente cosa fa l’azienda

Questo è davvero un punto dolente. Spesso mi capita di vedere siti aziendali che riportano quattro parole sull’attività. Appaiono solo frasi sciocche o cliché banali come “siamo un’azienda leader” oppure “abbiamo soluzioni per ogni tuo problema”. Il potenziale cliente che atterra su questi siti comprende immediatamente che il contenuto non appare utile e che non troverà alcuna risposta alle sue ricerche.

Come intervenire per migliorare l’esperienza dell’ utente? Organizzando meglio le informazioni. Bisogna scrivere ogni pagina del sito avendo ben in mente la persona alla quale ci si rivolge. Bisogna spiegare brevemente chi siamo, cosa facciamo e cosa può fare l’utente per contattarci or richiedere il nostro aiuto. Se i clienti non riescono a capire in 15 secondi di cosa ti occupi non rimarranno a lungo sul tuo sito web. Non dare mai per scontato che il tuoi clienti conoscano la tua attività come la conosci tu.

 

Il tuo sito presenta delle pagine in costruzione

Ogni volta che un potenziale cliente visualizza una di queste pagine la tua azienda perde di credibilità. E’ un po’ come se ti presentassi al lavoro in pigiama: si capisce che la tua azienda non è pronta ad interagire con il cliente. Ed il cliente se ne va, senza voltarsi indietro.

sito in costruzione

Comunicare la propria attività commerciale è fondamentale. Lasciando delle pagine in costruzione si comunica l’idea che la ditta sia più morta che viva. Non date alle persone questa impressione! Sembra che dica “scusa ma sono troppo pigro per scrivere una paginetta e, tutto sommato, potrei fare fatica anche a soddisfare le tue richieste”. Un modo pessimo di presentarsi.

Se la tua pagina non è completa non presentarla.

 

Il tuo sito appare abbandonato

A volte capita che navigando su un sito aziendale appaia la sezione news. Può essere un ottimo modo per dare vita al sito web e comunicare gli ultimi progressi ed i successi della tua azienda. Ma può anche diventare un boomerang. Se nelle novità appare una promozione in vigore fino al 31 dicembre 2011, beh, potrai solo dare l’impressione di trascuratezza e di abbandono.

Tanto più le notizie appaiono datate tanto più l’utente avrà il dubbio che l’attività sia chiusa e che il sito sia una specie di reperto archeologico lasciato per testimoniare l’esistenza passata.

Non è difficile gestire la situazione. Basta fare mente locale degli ultimi lavori presi oppure comunicare una recente partnership. Ogni nuovo servizio o prodotto DEVE apparire nelle notizie, altrimenti i tuoi clienti non saranno mai in condizioni di scoprirlo.

 

Conclusioni

Tirando le somme si intuisce che non è più possibile trascurare i potenziali clienti o l’impressione che la tua azienda vuole dare agli altri. I vostri clienti ogni giorno fanno ricerche e fanno delle scelte, tra voi ed i vostri concorrenti.

Investire nel web marketing è diventato un passo inevitabile anche per le piccole medie imprese. Scegli di farlo affidandoti a professionisti che sappiano guidarti tra diversi canali disponibili (sito web, social media, campagne Google ed altre forme pubblicitarie).

Fare il primo passo è semplice. Chiedi un appuntamento presso la tua sede e comunica le tue esigenze. Troveremo insieme la soluzione più adatta tenendo conto di obiettivi e budget a disposizione. Chiama e fissa il momento ideale per l’incontro.

Giovanni Villani
Classe 1977, nato a Pavia, sono titolare dell'agenzia Semantik. Da sempre grande appassionato di nuove tecnologie, aiuto le piccole medie imprese a scoprire la comunicazione digitale e tutte le sue opportunità.

Hai trovato utile questo articolo? Condividilo sui social network che preferisci usando uno dei bottoni sottostanti.

Seguici

Facebook Google Plus LinkedIn Pinterest

Consulenza SEo Pavia e provincia

Licenza dei contenuti

I contenuti presenti sul blog sono distribuiti secondo la licenza Creative Commons. Clicca sull'icona per saperne di più.

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale.

Contatti

Semantik
Web e SEO Agency

Via Umberto I, 15
27053 Lungavilla (PV)

Tel: 347 9743960
Mail: info@semantik.agency

 

› Privacy & Cookies Policy

© 2016 Semantik di Giovanni Villani | P.IVA 02067920187 | Mail: info@semantik.agency | Tel 347 9743960